giovedì 7 gennaio 2016

Tōka Ebisu: il festival della fortuna

I riti e le celebrazioni legati all'arrivo del nuovo anno non si fermano in Giappone e, ovviamente, ancora meno a Kyōto. Oggi è il 人日の節句 Jinjitsu no Sekku, ovvero il giorno dedicato al 七草粥の日 okayu alle sette erbe,



un piatto tipico dell'inizio dell'anno. Si dice che le sette erbe che vengono usate per prepararlo proteggano da diverse malattie e inoltre in quel periodo la natura si risveglia ed è possibile ritrovare nuove erbe fresche ricche di energia vitale. Secondo quanto vuole la tradizione, durante la preparazione si doveva cantare la canzone 七草はやし Nanakusa Hayashi (le cui parole variano da regione a regione) per bene sette volte, una per erba. A Kyōto veniva servito (e viene tutt'ora servito) ai fedeli che si recavano a Kamigamo Jinja, Gokomiya Jinja e altri santuari.

Da domani per cinque giorni si celebra invece il 十日ゑびす大祭 Festival del Tōka Ebisu o 初ゑびす, propriamente chiamato 小副菜 Shōfukusai (almeno a Kyōto è così^^'), dedicato a ゑびす Ebisu, divinità protettrice di mercanti e pescatori, per propiziare appunto la fortuna delle attività commerciali: si celebra in tutto il Paese, ma ovviamente in Kansai, e soprattutto a Kyōto, ha un'aura molto suggestiva, poiché vi partecipano anche geiko e maiko con i loro splendidi kimono da festa. Il giorno vero e proprio della festa è il 10 (da cui 十日), ma i riti si celebrano in un arco di circa cinque giorni. I santuari principali dedicati a Ebisu in Kansai sono tre e sono anche i più importanti di tutto il Giappone: il santuario di Ebisu Jinja a Kyōto, quello di Imamiya Jinja a Ōsaka e quello di Ebisu Jinja a Nishinomiya, Hyōgo.


A Kyōto (e in generale in Kansai) il Tōka Ebisu è chiamato Ebussan, in dialetto, ed è un festival molto importante che viene celebrato almeno dall'epoca Edo: i commercianti kyotesi si riversano tutti nel piccolissimo ゑびす神社 Ebisu Jinja (un santuario che fa capo a Yasaka Jinja) a Miyagawa, Gion, non lontano da Kennin-ji, per i riti e per pregare la divinità affinché la propria attività commerciale possa avere successo nell'anno appena iniziato.

I riti, officiati dai sacerdoti del santuario con l'assistenza di varie miko, si tengono nel cortile e nei padiglioni del santuario, ma sono affiancati anche da eventi al di fuori del santuario stesso.



Questo è Ebisu Jinja nei giorni della festa:






I commercianti che si recano al santuario, oltre a rivolgere le loro preghiere a Ebisu, devono toccare o bussare su un pannello di legno per poter comunicare con la divinità



Durante i giorni della festa si tiene anche un corteo che trasporta la palanchina con il simulacro di Ebisu; nella foto sotto lo vediamo mentre sfila lungo Shijo-dōri

 

Elemento caratteristico di questo matsuri è il cosiddetto 人気傘 Ninkikasa, un ombrellino di bambù a cui sono appesi diversi amuleti; ovviamente poi nei riti non può mancare il ramo fresco di bambù decorato con i simboli della fortuna



Questo è il sito del santuario, con altre immagini e informazioni utili a chi voglia partecipare alla festa
Kyoto Ebisu Jinja

Qui, invece, un sito con tante belle foto del Shōfukusai^^
Imamiya Ebisu

A presto con altre curiosità da Kyōto!

Sango






Nessun commento:

Posta un commento